4 MAGGIO 1949: ALLA SCOMPARSA DEL GRANDE TORINO LE FORZE DEL CALCIO ITALIANO

 

di LUCIANO ANGELINI e  FRANCO ASTENGO

E’ il pomeriggio del 4 maggio 1949. Un mercoledì. Nebbia e nubi basse avvolgono Torino. In lontanza si avverte il rombo di un aereo in avvicinamento allo scalo di Caselle. E’ il trimotore G12 Fiat I-Elce con a bordo il Grande Torino che torna da Lisbona dopo la partita per festeggiare Francisco Ferreira, idolo del Benfica. Il ritorno a casa è vicino. Si è scelto Caselle, e non Milano, per anticipare i tempi del rientro. Il contatto radio con la torre di controllo si interrompe all’improvviso. L’aereo si schianta contro il muraglione della Basilica di Superga. Sono le 17,05. Così scompare il Grande Torino. Ed entra nel Mito la squadra imbattibile di Valerio Bacigalupo, Aldo Ballarin, Virgilio Maroso, Eusebio Castigliano, Danilo Martelli, Mario Rigamonti, Ezio Loik, Giuseppe Grezar, Romeo Menti, Guglielmo Gabetto, Valentino Mazzola, Franco Ossola. Una macchina perfetta capace di vincere scudetti e ricoprire i dieci undicesima della nazionale. Una squadra dai record infiniti: 153 vittorie e 36 pareggi in 213 partite, 594 gol fatti, 198 subiti. Indimenticabile.

Sono trascorsi 69 anni, ma la memoria della tragedia consumata quel maledetto 4 maggio non può essere perduta. E come ogni anni ricordiamo il rogo di Superga, laddove scomparvero giocatori, tecnici, dirigenti, giornalisti, uomini dell’equipaggio di ritorno dall’ultima trasferta. Si trattò davvero di un dramma nazionale in quell’Italia che faticosamente stava uscendo dalla tragedia della guerra.

Su quel fatto, vero e proprio punto nodale nella storia d’Italia e non soltanto in quella del calcio, sono stati versati fiumi d’inchiostro e non vi ritorneremo quindi nel dettaglio. In occasione del sessantanovesimo anniversario abbiamo pensato di passare in rassegna quelle che erano, in quel momento, le forze del calcio italiano riproducendo di seguito i tabellini delle partite di Serie A giocate tra il 30 Aprile e il 1° maggio 1949.

I granata con lo 0-0 strappato a San Siro contro l’Inter si erano praticamente aggiudicati il quinto scudetto consecutivo; titolo che poi la Federazione avrebbe assegnato d’ufficio con le ultime quattro giornate disputate dalla squadra “ragazzi” contrapposta alle equivalenti formazioni avversarie.

Torniamo però alla giornata del 1° maggio 1949.

Il calendario prevedeva queste partite, giocate sabato 30 aprile.

A Milano

INTERNAZIONALE – TORINO 0-0

Internazionale: Franzosi, Guaita, Pian, Fattori, Giovannini, Achilli, Armano, Lorenzi, Amadei, Campatelli, Nyers I.

Torino: Bacigalupo, Ballarin, Martelli, Castigliano, Rigamonti, Fadini, Menti, Loik, Gabetto, Subert, Ossola.

Arbitro: Gemini.

1.jpg

Il Grade Torino: da sinistra, in piedi, Castigliano, Ballarin, Rigamonti, Loich, Maroso, Mazzola; accosciati, Bacigalupo, Menti, Ossola, Martelli, Gabetto

A Genova

SAMPDORIA – BOLOGNA 1-1

Reti: Curti, Bernicchi.

Sampdoria: Bonetti, Vicich, Zorzi, Coscia, Ballico, Bertani, Curti, Rebuzzi II, Baldini, Gei, Prunecchi.

Bologna: Vanz, Giovannini, Ricci, Visconti, Mezzadri, Zani, Mike, Bernicchi, Giorgi, Gritti, Cervellati.

Arbitro Savio.

2.jpg

Sampdoria:  da sinistra, in piedi, Curti, La Penna, , Zorzi, Rebuzzi, Gramaglia; accosciati: Lusetti, Coscia, Baldini, Lucentini, Gei, Bertani

A Roma

LAZIO – MILAN 2-3

Reti: Flamini (2), Nordhal, Carapellese, Degano.

Lazio: Brandolin, Antonazzi, Piacentini, Montanari, Remondini, Alzani, Puccinelli, Penzo, Hofling, Flamini, Nyers II.

Milan: Milanese, De Gregori, Foglia, Annovazzi, Tognon, Bonomi, Degano, Santagostino, Nordhal, Sloan, Carapellese.

Arbitro: Scotto di Savona.

A Torino

JUVENTUS – PRO PATRIA 4-3

Reti: Turconi, Caprile, Martini, Boniperti, John Hansen, Toros, Manente.

Juventus: Sentimenti IV, Manente, Rava, Angeleri, Parola, Sentimenti III, Muccinelli, Boniperti, Ploeger, John Hansen, Caprile.

Pro Patria: Visco Gilardi, Azimonti, Patti, Pastori, Fossati, Pozzi, Toros, Turconi II, Borra, Martini, Bertoloni.

Arbitro: Tassini.

3.jpg

Juventus: da sinistra, in piedi, Locatelli, Boniperti, Parola, John Hansen, Rava, Angeleri, Sentimenti IV;

accosciati: Caprili, Depetrini, Cergoli, Caprile

Giocate domenica 1° maggio

A Firenze

FIORENTINA – GENOA 2-1

Reti:  Marchetti, Bergamo, Galassi.

Fiorentina: Costagliola, Furiassi, Rosetta, Acconcia, Avanzolini, Magli, Pandolfini, Zoppellari, Galassi, Sperotto, Marchetti.

Genoa: Piani, Odone, Becattini, Tortarolo, Cattani, Bergamo, Trevisani, Formentin, Koenig, Verdeal, Della Torre.

Arbitro: Marchetti.

 A Bergamo

ATALANTA – LUCCHESE 2-2

Reti: Fabbri, Toth, Mari su rig. , Merlin.

ATALANTA: Casari, Dalmonte, Piccardi, Cominelli, Mari, Gremese,  Edmondo Fabbri, Cecconi, Busnelli, Miglioli, Caprioli.

Lucchese: Viola, Bertucelli, Cuscela, Rosellini, Nay, Scarpato, Merlin, Toth, Michelini, Magni, Uram.

Arbitro: Generoso Dattilo.

4.jpg

Atalanta: da sin., in piedi, Casari, Mari, Citterio, Gremese, un dirigente, Manente, Zuppet, Cominelli, un altro dirigente; accosciati: Korostelev, Astorri, Busnelli, Fracassetti

A Novara

NOVARA – ROMA 2-1

Reti: Radu Florian, Piola, Renica.

Novara: Corghi, Dalla Frera, Mainardi, Castelli, Galimberti, Baira, Pombia, Piola, Renica, Alberico, Ferraris II.

Roma: Risorti, Contin, Andreoli, Delli Innocenti, Valle, Ferri, Losi, Maestrelli, Radu Florian, Tontodonati, Cristini.

Arbitro: Galeati.

A Padova

PADOVA – BARI 1-0

Rete: Arrighini su rigore.

Padova: Luisetto, Sforzin, Arrighini, Rolle, Quadri, Matè, Vitali, Novello, Checchetti, Celio, Grillone.

Bari: Moro, Pietrasanta, Stellin, Sabbatini, Lucchi, Isetto, Kincses, Canonico, Giorgino, Voros, Hrotko.

Arbitro: Cicardi.

A Trieste

TRIESTINA – LIVORNO 5-4

Reti: Ispiro (2), Stradella (2), Rossetti (2), Begni, Picchi, Capaccioli.

Triestina: Bacchetti, Zorzin, Blason, Trevisan, Giannini, Grosso, Rossetti, Carraro, Ispiro, Tosolini, Begni.

Livorno: Merlo, Tuccini, Lovagnini, Gimona, Civolani, Capaccioli, Piani, Picchi, Stradella, Cassani, Dante.

Arbitro: Camiolo.

A Palermo

PALERMO – MODENA 0-0

Palermo: Valsecchi, Boniforti, Casuzzi, Conti, Sforza, Piccinini, Chawko, Pavesi, Vycpalek, Moretti, De Santis.

Modena: Corazza, Silvestri, Braglia, Malinverni, Neri, Diotallevi, Romani, Cavalieri, Giovetti, Cavazzuti, G.B. Fabbri.

5.jpg

Riproduzione di figurine d’epoca. Nell’immagine Piccinini, mediano del Palermo (poi alla Juventus e al Milan), padre del telecronista Mediaset

La classifica a quel punto recitava: Torino 52, Internazionale 48, Milan 46, Sampdoria 40, Genoa 39, Juventus 38, Lucchese 36,  Fiorentina 36, Triestina 35, Bologna 34, Padova 33, Palermo 32, Lazio 30, Bari 29, Roma 28, Novara 26, Atalanta 25, Pro Patria 24,Modena 23, Livorno 23.

 Le restanti quattro partite, giocate fra squadre ragazzi, videro il Torino prevalere 2-0 sulla Fiorentina, 4-0 sul Genoa, 2-3 sulla Sampdoria e 3-0 sul Palermo. Questa la formazione-tipo: Vandone, Motto, Mari, Biglino (Macchi), Ferrari, Lussu, Audisio, Francone, Marchetto, Gianmarinaro, Giuliano (Balbiano).

—————————————

Sauro Tomà, ultimo componente del Grande Torino, se n’è andato ai primi di aprile, un mese prima del sessantanovesimo anniversario della tragedia di Superga. Si è ricongiunto ai compagni di squadra in un ideale spogliatoio del Filadelfia. Lui, su quell’aereo, non salì perché infortunato ad un ginocchio. Spezzino di origine (era nato il 4 dicembre 1925) era arrivato al Toro per le sue doti di difensore. L’esordio in maglia granata il 28 settembre 1947 in Torino-Lucchese (6-0). Una lunga indisponibilità del terzino Maroso gli offrì la possibilità di inserirsi con grande efficacia (era forte nello stacco aereo e nell’anticipo, attento ai movimenti e ai sincronismi con i compagni) nel complesso della squadra e nelle dinamiche di gioco. A conferma delle sue qualità le 26 presenze a fianco di Ballarin, Rigamonti e Castigliano. La carriera proseguì con Brescia, Carrarese e Bari. Ma la morte dei compagni a Superga lo segnò per sempre. “Quel giorno – era solito confidare agli amici – sono morto anch’io”.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...